L’effetto della castagna sulla salute

Viene attribuita alla famiglia delle Fagaceae. Questo albero ha foglie di un verde acceso e può crescere fino a 35 metri di altezza, a dipendenza dalla regione in cui lo troviamo può arrivare fino a più di cento anni. Per poter godere di questo delizioso frutto si deve però aspettare almeno 20 anni dalla prima fioritura della pianta. Le foglie del castagno possono essere utilizzate anche a scopi medicinali.

Le castagne contengono preziose proteine e carboidrati ma sono anche a basso contenuto di grassi e ricche di vitamine, minerali essenziali (calcio, potassio, magnesio, sodio) e oligoelementi (ferro, iodio, fluoro). Proprio per questo la castagna è un alimento ideale per rigenerare i nervi e mantiene in forma il corpo e la mente.

Cos’altro porta di buono la nostra incredibile castagna?
Ha un effetto anti-infiammatorio e espettorante. Rafforza il cuore, sostiene il sistema immunitario ed è un ottimo rimedio per i disturbi digestivi.

 

Ris cönsc con castegni

Questo piatto si preparava il venerdì, nel giorno d'astinenza dalla carne. La ricetta tradizionale perdeva l'uso delle castagne essiccate messe a bagno per una notte in maniera che si ammorbidissero. Oggi si può ovviare a ciò prendendo le castagne surgelate o quelle fresche, facendole bollire per 30 minuti e sbucciandole di seguito. Si inizia mettendo a bollire carote e patate, tagliate a pezzetti e, se volete, anche piselli, fagioli, cavolfiori, spinaci o verza. Quando la verdura e lessata bene, si mette nell'acqua salata assieme al riso che deve cuocere per 15 minuti. A metà cottura si addizionano alcune castagne. Cotto il riso, si scola il tutto e si serve con burro e formaggio o condito come i pizzoccheri.