Desiderio irrealizzato di avere un figlio – rapporto d’esperienza di una donna di 42 anni

Desiderio irrealizzato di avere un figlio - rapporto d'esperienza di una donna di 42 anni

 

Da più di 10 anni, io e il mio compagno cerchiamo di avere un bambino.

I primi anni cercavo di rimanere calma e rilassata ... tutto andrà bene mi dicevo...

E così i primi 2 anni sono volati...... Poi ci siamo presentati insieme dal mio ginecologo, che ha condotto tutti gli esami necessari per capire la situazione ma dal punto di vista anatomico non è risultato nulla che indicasse che non potevamo avere un bambino. "Sei ancora giovane", mi ha detto, e mi ha mandato a casa...

Così abbiamo provato di nuovo, tenendo conto di tutte le raccomandazioni che si possono avere, abbiamo anche esaminato l'ovulazione ma non ha funzionato....

Così sono passati altri 3 anni con molte delusioni. Ulteriori esami, come il test di pervietà tubarica ecc. sono stati effettuati, ma non si è trovato nulla. Anche dal mio compagno risulta tutto a posto... E ancora una volta siamo stati raccomandati di rilassarci "vedrà che andrà tutto bene"...

Ma non funzionò.

Siamo andati a presentarci presso una clinica di fertilità che ha effettuato ancora una volta degli esami, tutti si sono rivelati senza risultati, abbiamo comunque deciso per l'inseminazione con stimolazione ormonale (non c'era motivo per farlo, l'unico era che il medico curante pensava che così si sarebbe riusciti a determinare meglio il tempo).... Cosa posso dire, 3 tentativisono falliti... Ero disperata. Già solo il fatto che non sono riuscita a rimanere incinta nemmeno con il trattamento ormonale (sottolineo che era la quantità minima) ha aumentato il tutto e mi trovavo lì sola, con tutti questi sentimenti e il dolore ...

Abbiamo deciso di fermarci e di vedere quale poteva essere il nostro prossimo passo.

Un mia amica mi ha consigliato di fare un controllo presso una clinica privata, così da avere una seconda opinione.

Eravamo molto entusiasti della clinica e del medico, abbiamo subito deciso di fare un nuovo passo avanti, erano passati otto anni ormai e ci rendevamo conto che il tempo stava passando in fretta, aspettavamo ancora e le nostre possibilità di avere figli sarebbe diminuita sempre più. Così abbiamo provato con questo nuovo tentativo, pieni di ottimismo e gioia e con una sorta di sicurezza, perché le possibilità aumentano con la procedura in Vitro. Anche l'aumento della somministrazione ormonale non mi ha infastidito.

Purtroppo, ancora una volta, la delusione era dietro l’angolo e questa volta l’ho presa davvero male, non ha funzionato niente. Ero psicologicamente a terra, esausta.

L'amica di cui ho accennato sopra mi ha poi raccomandato di andare da Juliana Ravi (anche lei è sua paziente) e di guardare sul piano mentale, cosa si potrebbe eliminare o sbloccare per ottenere anche molto semplicemente un sostegno emotivo.

Mi sono sentita subito compresa durante l’incontro con Juliana Ravi che mi ha accompagnato in modo molto professionale. Con l'ipnoterapia abbiamo dapprima sciolto dei blocchi a livello mentale e mi ha poi preparata per il processo successivo, il tutto anche con il supporto di trattamenti di fitoterapia. E cosa voglio dirvi?

Non mollate! Mai!

Dopo così lunga attesa sono finalmente incinta e felicissima. E soprattutto sono grata per il lavoro svolto da Juliana Ravi.

Posso solo dirvi che non siete soli, soprattutto quando avete bisogno di aiuto! Posso assolutamente consigliarvi Juliana Ravi e la sua empatia!