Anice: molto più di una semplice spezia

È una pianta che si trova tutto l’anno, cresce fino a circa 50 centimetri di altezza e deriva dalla famiglia delle Umbelliferae (Apiaceae). In origine si trovava in oriente ma ora viene coltivata praticamente ovunque.

La pianta è ricca di olio essenziale e contiene anche: zucchero, olio grasso e proteine dai suoi frutti.

Nella fitoterapia l’anice viene spesso utilizzato come un rimedio importante contro problemi digestivi (ad esempio di flatulenza) mentre in oriente viene anche semplicemente masticato per togliere l’alito cattivo.

L’anice agisce anche:
- per secernere il muco
- come espettorante
- come spasmolitico
- da Antibatterico
viene inoltre utilizzato contro le malattie respiratorie.

Anche in ginecologia l’anice è molto popolare ed utile perché agisce da stimolante per la produzione del latte materno.